Home politica estera GRETA THUNBERG DOVE SEI?

GRETA THUNBERG DOVE SEI?

238
0

Esercitazione “Steadfast noon” sotto il comando USA: addestrare i piloti italiani di Tornado ed F16 a lanciare ordigni nucleari.

In questi giorni sono in corso le ultime battute della Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici a Glasgow. La bozza del documento finale che fissa al 2030 il termine per il taglio del 45% delle emissioni di CO2, lascia scontente e fortemente preoccupate le organizzazioni ambientaliste. L’ecoattivista Greta Thunberg , presente nella città scozzese per partecipare alla marcia “Fridays for future” , ha definito un fallimento il risultato della conferenza e le sue parole sono state prontamente rilanciate da tutti i mezzi di informazione.

La stessa preoccupazione e la medesima mobilitazione non si sono però avute per le recenti esercitazioni militari segrete svolte lo scorso mese di ottobre, nella base NATO di Ghedi in provincia di Brescia. Ghedi, assieme a quella di Aviano in Friuli, è una delle due basi nelle quali sarebbero stoccate bombe nucleari statunitensi. L’obiettivo dell’esercitazione “Steadfast noon”, della durata di sette giorni ed alla quale hanno partecipato 14 nazioni, era quello di addestrare i piloti italiani di Tornado ed F16 a lanciare ordigni nucleari. Ad Aviano è schierata in permanenza la 31a Squadriglia USA con caccia F-16C/D muniti di bombe nucleari B61 mentre a Ghedi il 6° Stormo dell’Aeronautica italiana con caccia Tornado PA-200. Le due basi sono state recentemente ristrutturate per accogliere i caccia USA Air Force F-35 armati con le nuovissime bombe nucleari B61-12 e tra non molto arriveranno in Italia. Nella base di Ghedi possono essere schierati 30 caccia italiani F35A, pronti all’attacco sotto comando USA, con 60 bombe nucleari B61-12. Queste bombe, di dimensioni ridotte e più maneggevoli, secondo le nuove strategie messe a punto dal comando strategico del Patto Atlantico, dominato dai generali statunitensi, possono essere utilizzate per un conflitto localizzato, anche nel nostro paese, anche in Europa.

Evidentemente gli allarmi sul clima sono lanciati dagli utili idioti e rilanciati dai media per preparare la gente ad accogliere le nuove e costose produzioni “ecologiche” delle multinazionali che moltiplicheranno i profitti mentre nulla si deve sapere sui rischi di una possibile guerra nucleare, decisa dagli americani per tutelare solo ed esclusivamente i loro interessi, che potrebbe scoppiare alle porte di casa nostra.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.